Bill Clinton’s story

Da www.corriere.it L’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ha inaugurato la sua biblioteca a Little Rock, capitale dell’Arkansas, Stato di cui fu governatore prima di iniziare la sua corsa alla Casa Bianca. All’inaugurazione del «Clinton Presidential Center» hanno partecipato oltre 30 mila persone e diversi ospiti illustri tra i quali il presidente George W. Bush, gli ex presidenti George Bush padre e Jimmy Carter, l’ex presidente della Commissione europea Romano Prodi. Ospite d’onore, ovviamente, la moglie Hillary Rodham, senatrice dello Stato di New York e possibile candidata alla presidenza per i democratici nel 2008. Al cantante degli U2, Bono, e al chitarrista The Edge, è stato affidato uno show per intrattenere il pubblico. LA PIU’ GRANDE – Quella di Clinton è la più grande fra le 12 biblioteche presidenziali realizzate negli Stati Uniti, ospita gli archivi degli otto anni di presidenza di Clinton, dal 1993 al 2001: circa 80milioni di documenti, 21 milioni di e-mail, 2 milioni di fotografie e 79milioni di regali e manufatti. L’edificio verrá utilizzato da Clinton come base della fondazione da lui creata, con lo scopo di far fronte a piaghe sociali quali l’Hiv e l’Aids, i problemi razziali, etnici e religiosi, la povertá e le minacce ambientali. Da venerdì l’edificio in vetro e cemento costato 136 milioni di dollari (105 milioni di euro) viene aperto anche al pubblico che, pagando un biglietto di 7 dollari (5,40 euro), potrà visitare le quattordici sale che contengono documenti (compresi alcuni riservati che verranno messi a disposizione a breve solo per gli studiosi) della presidenza Clinton. C’è anche una sezione chiamata «The politics of persecution» sull’affare Lewinski. la scelta farà discutere, osserva il direttore della biblioteca David Alsobrook. «I sostenitori di Clinton si chiederanno perché abbiamo dato così tanto spazio allo scandalo. I suoi detrattori si lamenteranno dell’assenza del vestito blu». Spazi più ampi vengono dedicati ovviamente ad altri momenti ben più importanti degli otto anni di presidenza Clinton, come gli interventi per il Medio Oriente. Ci sono poi molte curiosità anche negli allestimenti: vengono riprodotte in grandezza reale la sala ovale e la camera di consiglio della Casa Bianca. E c’è una bacheca con cinque sax suonati in varie occasionei dall’ex presidente.


Comments are closed.