Aiutiamo Gaetano Ruggero

Salve, Mi chiamo Rosalba e sono di Bologna, iscritta a cittadinanzattiva -tribunale diritti del malato. Vorrei, un aiuto su una questione che è la seguente : A “Radiocarcere”, programma serio di Riccardo Arena (radioradicale) leggono lettere di detenuti e tra queste c’è la denuncia DA MESI di un detenuto di nome Ruggero Gaetano (CARCERE POGGIOREALE – NAPOLI) che non viene curato per un problema grave all’occhio e rischia di diventare cieco, dato che in uno dei due occhi già lo è per una malattia contratta proprio in carcere. Ho provato a telefonare al direttore del carcere di Poggioreale di Napoli e mi hanno, chiedendo del direttore, risposto molto male anche cacciandomi giù il telefono. Così ho spedito un telegramma con scritto il seguente testo: Egr.direttore AUSPICO, CHIEDO UN SUO INTERVENTO URGENTE CON SUA RESPONSABILITÀ" DEL DETENUTO RUGGERO GAETANO, CHE POSSA ESSERE CURATO TEMPESTIVAMENTE PER UN PROBLEMA ALL’OCCHIO, ASPETTARE SIGNIFICHEREBBE CECITÀ. ATTENDO UNA SUA GENTILE RISPOSTA Come anche da art. 2, 3 del regolamento penitenziario. NESSUNA RISPOSTA . Altri 2 telegrammi: al magistrato di sorveglianza di Napoli, e uno al Dipartimento Amministrativo penitenziario, il DAP di Roma. In più ho fatto una segnalazione a Cittadinanzattiva – tribunale diritti del malato. Ho scritto ad alcuni parlamentari, Ed al urp della regione campana. Dopo questo, mi chiedevo se lei era in accordo con me di un suo invio di una lettera ,come cittadino attivo, di solidarietà e di richiesta di cure urgenti al Direttore del carcere di Poggioreale del caso sopraindicato questo per aumentare la possibilità di riuscire a curarlo in modo tempestivo. Comunque non è un obbligo ma una richiesta e lei è certamente libero di scegliere. Le dò gli estremi in caso voglia aderire: Detenuto: Gaetano Ruggero al Direttore c/o carcere di Poggioreale Via Nuova Poggioreale, 2 80143 Napoli Può fare anche una semplice informativa al direttore di Poggioreale . Nel ringraziaLa per la cortese attenzione, sperando in una Sua risposta: il detenuto è giovanissimo non lasciamo che esca dal carcere al buio, tutta una vita rovinata per una mancata cura. Rosalba


Comments are closed.