Iraq, gruppo Zarqawi uccide secondo ostaggio Usa

DUBAI (Reuters) –Un gruppo militante guidato dall’alleato di al Qaeda Abu Musab al-Zarqawi ha ucciso un secondo ostaggio americano in Iraq dopo la scadenza dell’ultimatum di 24 ore oggi, ha detto la tv araba Al Jazeera . La tv ha detto che un comunicato che annuncia l’uccisione dell’americano Jack Hensley da parte del gruppo Tawhid e Jihad è stato pubblicato su Internet. Non ha fornito ulteriori dettagli. Su un sito islamico, un utente che in passato aveva inviato messaggi a nome del gruppo, ha detto che presto saranno diffuse immagini dell’"esecuzione". La notizia della presunta morte di Hensley giunge il giorno dopo che il gruppo ha decapitato l’americano Eugene Armstrong, che era stato rapito insieme a Hensley e al britannico Kenneth Bigley la settimana scorsa. Non si hanno notizie della sorte di Bigley. A Washington, un funzionario del Dipartimento di stato ha detto: "Prendiamo seriamente in considerazione queste notizie, ma non credo che abbiamo ancora un corpo". Tawhid e Jihad aveva minacciato di uccidere gli ostaggi nel caso in cui non fossero state liberate delle donne prigioniere nelle prigioni irachene. ***Che dire..la spirale dell’odio e dei sequestri sembra non avere fine.Non si hanno notizie delle due Simone in ostaggio. Cercheremo di tenervi aggiornati ad ogni cambiamento della situazione.


Comments are closed.