Tutti in piazza con Generazione L! – AUDIO

Ragazzi, saremo con i nostri tavoli a Piazza Santa Maria in Trastevere per raccogliere le firme per il referendum  abrogativo sulla legge 1514, quella legge  che  disgusta tante persone sotto più punti di vista.
Saremo lì, con i nostri tavoli  in quella che speriamo diventi una postazione abituale per generazione L e per antiproibizionisti.it.
<b>Saremo  lì venerdì 23, a partire dalle 22.E speriamo tutti i venerdì successivi. </b>

Lo scorso sabato abbiamo incontrato dei ragazzi che si sono avvicinati per la prima volta alla cosa radicale, o meglio ad una cosa “politica”in generale.

Molti ci han detto che si sentivano molto “ignoranti” in questa materia, che erano completamente digiuni da argomenti un pò più impegnati, che oltretutto sulla legge  che regola ,o meglio,  limita la fecondazione assistita e la libertà di ricerca scientifica, non sapevano nulla.

Insomma, c’è bisogno anche e soprattutto di noi, dell’entusiasmo tutto giovanile.

Proveremo a portare persino la trasmissione radiofonica ai tavoli, proveremo a stare con i ragazzi e a muoverci per i ragazzi che vogliono, chiedono e sperano di sapere e di non esser sempre all’oscuro di tutto.Si aprono nuove strade, difficili, ma assolutamente necessarie da percorrere, per non  rischiare di spegnere l’entusiasmo nostro e degli altri, per  portare avanti il progetto di Generazione L  quanto più possibile.

Per questo è importante migliorare quanto più possibile il sito, renderlo costantemente aggiornato, instaurare noi tutti una grande collaborazione, una costante  presenza tra i ragazzi, ricordando loro che generazione L  è con loro se lo vogliono, e che generazione L sono loro stessi.
Generazione L è un qualcosa che ti permette di muoverti autonomamente di prendere l’iniziativa di portare avanti le battaglie liberali libertiste e libertarie, ma che non ti lascia mai solo, se lo chidi, se ne hai bisogno…è un punto d’appoggio che tuttavia non serve per sostare, ma per andare sempre avanti..sperando di legalizzare una intera generazione, la nostra generazione e quelle future.
Non si pensa ai giovani in quanto tali, non è  sciocca retorica, ma a tutti i ragazzi che pagano già e pagheranno le scelte e le strade suicide di una politica che  ci sta imprigionando,  che finge di pensare anche  a noi, ma che in realtà ci ignora continuamente.

Proviamo a fare i  nostri interessi , almeno in questa battaglia, a cominciare dalla 1514.
Chissà che un domani ritornino a parlare di aborto,  vietino del tutto alle coppie omosessuali di avere  la possibilità di avere dei bambini, come è adesso, chissà se saremo noi le mamme o i papà che avranno bisogno dei progressi della scienza oggi giorno negati…chissà se  ci ritroveremo a dover fuggire dall’Italia e a dover pensare  dove diavolo sbattere la testa, perchè magari dobbiamo curarci…
Perchè la scienza e la ricerca saranno state rinchiuse in una stanza, in una prigione e avranno buttato via la chiave…perchè avranno continuato , così come accade e continuerà ad accadere se non ci diamo una mossa, a demonizzare  la scienza e l’intelligenza umana.

Nelle piazze, ai ragazzi, tramite la radio, con il sito, i volantini , i giornali, o semplicemente con le nostre corde vocali bisogna gridare ai ragazzi:
” SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!! GUARDA COME LA TUA POLITICA SI STA OCCUPANDO DI TE! GUARDA  IN CHE RAZZA DI CARCERE TI RITROVERAI DOMANI…GUARDA QUEL CHE C’è ORA, APRI GLI OCCHI , E PROVA SOLO AD IMMAGINARE QUEL CHE DOMANI CI POTRà ESSERE!”

Ma la speranza ,mi auguro , che, almeno a vent’anni , si abbia ancora, mi auguro , che la forza e la volontà esista…Cerchiamola, cercatela, troviamo idee , pernsieri, e tramutiamoli in azione..Se non per gli altri, almeno per voi stessi.
Perchè ci riguarda tutti.
Nulla è impossibile.Siamo una fabbrica di forze e di idee libertarie.E non mi sembra poco.

Perchè, quando non c’è speranza, come dice qualcuno che lo sa da molto più tempo di noi e di me, non v’è altro da fare che divenire speranza stessa.

Valeria Manieri


Comments are closed.